UX Design per le App di Food Delivery: Justeat vs Glovo

Il confronto tra le popolari App di food delivery per scoprire quali sono le features essenziali per una buona User Experience

Che tu stia organizzando una cena con tanti invitati o sia semplicemente troppo pigro per cucinare, hai la soluzione a portata di smartphone. Le app per la consegna del cibo, infatti, oggi regnano incontrastate nel mondo delle applicazioni mobile.

Per questo motivo, nel tuo store troverai numerose app di food delivery. Ma in questa giungla, come puoi far emergere la tua app che hai appena rilasciato sugli store digitali?

Iscriviti alla newsletter

 

Esistono molti fattori, spiegati egregiamente in uno studio di UX Planet, che possono distinguere la tua App dalle altre presenti sul mercato. Con questo articolo, ti aiuteremo a dare valore a uno degli aspetti più importanti da tenere in considerazione: la User Experience per la tua App di food delivery.

 

Le App di food delivery oggi

Grazie alle App di food delivery, bastano pochi tap ed è possibile ordinare il proprio piatto preferito da qualsiasi posto e a qualsiasi ora. Sia per gli utenti affamati che per i ristoratori che vogliono far crescere il loro business, le App di food delivery sono un’invenzione assolutamente meravigliosa.

Qualsiasi tipo di food delivery App tu stia progettando, che sia un aggregatore o un’App dedicata a un unico franchise, lo UX Design è la chiave per attrarre clienti e per essere sicuri che rimangano sulla tua piattaforma. Quindi come progettare la User Experience ottimale per la tua piattaforma?

 

L’importanza dello UX/UI Design per le App di Food Delivery

Partendo dal fatto che il cibo sia qualcosa che tutti amano, è ovvio che ordinare del cibo dovrebbe essere un’esperienza divertente, coinvolgente e naturalmente di facile svolgimento. Per ottenere tutto ciò, dovrai progettare una User Experience.

 

Attrai gli utenti

Una User Experience ben progettata attrae gli utenti. Non ci sono dubbi che gli utenti siano attratti esclusivamente da applicazioni che utilizzano con piacere e quelle che sono facilmente usabili. Quindi non c’è da stupirsi che sia necessario un buono UX Design per attirare più utenti.

 

Dai una buona impressione e fidelizza i tuoi utenti

L’App store è popolato da numerosi utenti che scaricano in modo casuale delle App per navigarci un po’ e vedere come son fatte. Per fare una buona impressione su questi utenti e non far cancellare loro la tua App, è molto importante avere uno UX Design ben progettato. Questa tipologia di utenti è difficile da soddisfare, pertanto se installano la tua App e continuano a usarla, probabilmente hai fatto un ottimo lavoro in termini di User Experience.

Dare agli utenti, inoltre, una buona User Experience è il modo migliore per assicurarti la loro fidelizzazione. Infatti, se essi già amano la tua App, perché dovrebbero sceglierne un’altra per ordinare del cibo?

 

Fattori da considerare quando si progetta una Food Delivery App

Giungiamo al punto cruciale di questa analisi. Esistono numerosi fattori che contribuiscono alla creazione di un’App di food delivery. Ecco alcuni importanti fattori per progettare lo UX Design di un’App da tenere a mente per rendere la tua App usabile da tutti.

 

UX Design e Minimalismo

Il modo migliore per catturare l’attenzione degli utenti è attraverso il design. È la prima cosa che notano quando aprono un’App: font, icone, transizioni ed effetti contribuiscono alla User Experience di un’App.

Per creare la migliore User Experience per la tua App di food delivery, dovresti assolutamente optare su un approccio di design minimal. Rimuovi la user interface dalle sue funzionalità di base e usa linee pulite e semplici e una generosa quantità di spazio bianco. Ciò farà sentire l’utente a proprio agio mentre utilizza la tua App.

Un design pulito ed essenziale riduce il carico cognitivo richiesto, pertanto se gli elementi che ingombrano lo schermo sono pochi, aumentano le possibilità per l’utente di trovare ciò che cerca. Se il design della tua App di food delivery è minimal, sarà dunque più facile per i tuoi utenti ordinare le pietanze che desiderano.

 

La teoria dell’utente affamato

Quali colori dovresti utilizzare per la tua App? Potremmo scavare a fondo ed esplorare la psicologia dei colori e dell’appetito, ma non è quello che faremo. Quando parliamo dello UX Design di un’App per il food delivery, diamo per scontato che i colori scelti per la user interface devono suscitare l’appetito dell’utente.

Per questo motivo è necessario optare per colori che ci fanno pensare al cibo, come rosso, verde, giallo; questi colori infatti sono, nell'immaginario collettivo, associati al cibo.

 

Usabilità dal login al check-out

La facilità d’uso è un altro fattore importante da tenere in considerazione quando si progetta lo UX Design di un’App per il food delivery. Dal momento in cui l’utente effettua il login fino a quello in cui mettiamo i prodotti nel carrello e procediamo col pagamento, l’utente non deve incappare in alcun errore.


Eventuali intoppi renderanno il processo più complicato e fastidioso per l’utente e ciò significa che l’utente probabilmente abbandonerà la tua App per usarne un’altra col processo di acquisto più usabile.

 

Requisiti UX per le App di food delivery

Abbiamo finora elencato i fattori più importanti da considerare quando si progetta uno UX Design per le App di food delivery. Ora vediamo invece alle caratteristiche necessarie e fondamentali per il design della tua App.


Processo di registrazione semplice e veloce

Dal momento in cui l’utente installa l’App è ovvio che si aspetterà un processo di registrazione semplice. Non c’è alcun bisogno di un processo di sign up e login complesso per un’App di food delivery.

L’utente deve poter creare un profilo e inserire un metodo di pagamento nel modo più facile possibile. La chiave del successo è un processo d’ordine e acquisto del cibo rapido e semplice.

 

Location tracking

Il prossimo step è la geolocalizzazione. Fondamentale, perché quando un utente apre la sua App di food delivery, vuole vedere i ristoranti vicini a sé piuttosto che quelli più lontani.

La geolocalizzazione è importante anche per valutare i tempi di consegna: calcolare la distanza aiuta l’utente a calcolare anche i costi di consegna.

 

Barra di ricerca semplificata

A nessuno piace fare infinite ricerche quando si è affamati e si vuole del cibo quanto prima. Per questo motivo, le App con la funzione di ricerca ottimizzata hanno maggiori chance di successo rispetto a quelle che prevedono numerosi passaggi e filtri per cercare un semplice ristorante o prodotto.

 

Come rendere semplice la ricerca? Ecco alcuni consigli:

  • usa la geolocalizzazione per mostrare all’utente i ristoranti più vicini;
  • usa il rating per mostrare all’utente i ristoranti recensiti meglio;
  • serviti di un elenco accessibile, basato su cibi o cucine per far trovare subito all’utente il cibo che desidera;
  • aggiungi i filtri: non tutti sono così fortunati da poter mangiare ogni ingrediente. Allergie e intolleranze rendono difficile per l’utente un acquisto di cibo online, perciò deve essere chiaro se all’interno di determinate pietanze sono presenti certi ingredienti. Aggiungendo i filtri, anche gli intolleranti al lattosio o i celiaci (per esempio) possono ordinare in tutta sicurezza i propri cibi preferiti.

Rendi chiari costi e tempi di consegna

Una delle tue più grandi priorità dovrebbe essere quella di mostrare in maniera accurata e quanto più precisa i costi e soprattutto i tempi di consegna, perché non c’è niente che turbi maggiormente l’utente come un ritardo nella consegna del proprio cibo. Ricorda che a nessuno piace aspettare a lungo l’arrivo della propria cena, pertanto la chiarezza dei tempi di consegna è un fattore imprescindibile.


Anche le tariffe per la consegna dovrebbero essere trasparenti e comprensivi di tasse. Dei costi aggiuntivi nascosti o poco chiari, infatti, non solo possono infastidire l’utente e portarlo a scegliere un’altra App per il delivery food.

 

Geolocalizzazione e supporto live

Una volta scelti il ristorante e le pietanze ed effettuato l’ordine, all'utente non resta che aspettare. Ecco dunque un’altra caratteristica che la tua App di food delivery deve necessariamente offrire ai tuoi utenti: il live tracking e il live support.

 

Il live tracking è il modo con cui l’utente può tracciare il proprio ordine durante la fase della consegna, utile a migliorare in maniera importante la User Experience della tua App di food delivery.

 

È inoltre utile indicare agli utenti il numero di telefono del ristorante dal quale hanno ordinato e quello del rider che sta effettuando la consegna. In questo modo gli utenti possono contattare la struttura, darle indicazioni specifiche su indirizzo (scala, interno) e allergie (lattosio, glutine) e chiedere informazioni sulla consegna.


Infine, è necessario che la tua App possieda pure un’assistenza clienti live che risolva qualsiasi tipo di problema relativo all’ordine e alla consegna dell’utente.

 

Food Delivery App a confronto: Just Eat e Glovo

Essendo due delle App di food delivery più popolari, Just Eat e Glovo possono essere analizzate come dei casi studio per capire meglio quanto spiegato finora.

 

Glovo, nata a Barcellona nel 2015 da un’idea di Oscar Pierre e Sacha Michaud, non limita i suoi servizi solo al food delivery ma offre anche servizi di consegna da farmacie e supermercati.

Just Eat ha invece una storia più longeva: nasce in Danimarca nel 2000 da Jesper Buch e arriva in Italia 11 anni dopo, ma il suo ruolo, a differenza del competitor preso in analisi, è esclusivamente quello di intermediario tra i ristoratori affiliati e i clienti finali, offrendo servizi di consegna di alimenti.

 

Entrambe le App rispettano la “teoria dell’utente affamato” di cui abbiamo parlato prima, scegliendo come colori principali del brand il giallo (Glovo) e il rosso (Just Eat).

 

Il processo di registrazione

Entrambe le applicazioni non consentono di ordinare del cibo senza effettuare il login o la registrazione di un nuovo account.

Sia per quanto riguarda Just Eat che per quanto riguarda Glovo, i campi da compilare per completare la registrazione sono pochi e semplici: tre nel caso di Glovo e quattro nel caso di Just Eat, ma solo perché il secondo scinde in due passaggi distinti il nome e il cognome, mentre Glovo accomuna tutto in un unico campo “Nome” (i restanti campi prevedono l’inserimento di un indirizzo email e di una password). Il vantaggio di Glovo, in questo senso, è che permette la registrazione tramite Facebook, risparmiando all’utente la compilazione dei campi indicati sopra.

 Conflux-UX-App-food-delivery-registrazione-JustEat-Glovo

 

Inoltre, trovare la pagina di signup, nell’applicazione di Just Eat, è leggermente più complesso, in quanto non è visibile direttamente dalla homepage ma è nascosta all’interno delle impostazioni dell’App, come si vede nelle schermate seguenti.

 Conflux-UX-App-food-delivery-Sign-up-JustEat-Glovo

 

Location tracking e consegna in Glovo e Just Eat

Come ogni App di food delivery che si rispetti, entrambe le realtà analizzate prevedono l’attivazione della geolocalizzazione per suggerire all’utente i ristoranti più vicini, riducendo gli eventuali tempi di attesa. Sia i costi di consegna che la distanza dal ristorante scelto sono resi subito chiari da Glovo, che mostra le informazioni richieste ancor prima di selezionare uno specifico punto di ristoro, mentre Just Eat presenta in maniera chiara solo i costi di consegna.

Conflux-UX-App-food- delivery-Location-tracking-consegna-JustEat-Glovo

 

Inoltre Glovo possiede un servizio di Live Location tracking, che permette all’utente di seguire in tempo reale tutte le fasi proprio ordine e successivamente di rintracciare in senso fisico il rider che sta effettuando la consegna.

 

Conflux-UX-App-food- delivery-glovo-location-tracking-uxFigura 7. Live location tracking su Glovo

 

Metodi di pagamento

Sia Glovo che Just Eat consentono sia il pagamento anticipato, attraverso la registrazione di una carta di credito di preferenza dell’utente (che può essere cambiata a ogni acquisto), sia il pagamento in contanti al momento della consegna, se il ristorante in questione lo permette.

A differenza di Glovo, Just Eat comprende inoltre tra i suoi metodi di pagamento, quello tramite Paypal, il portafoglio digitale sempre più utilizzato per il trasferimento di denaro.

 

Conflux-UX-App-food- delivery-justeat-checkout-pagamento-uxFigura 8. Metodi di pagamento su Just Eat

 

L’intero processo

Dal momento di inserimento del carrello fino alla fine dell’ordine, le App prevedono diversi passaggi, più o meno intuitivi.

 

Nello specifico, Just Eat comprende 5 step:

  • inserimento dei prodotti nel carrello;
  • vai al checkout;
  • inserimento dati del destinatario, orario e indirizzo di consegna;
  • inserimento metodo di pagamento;
  • conferma dell’ordine.

 

Glovo invece, restringe il tutto in tre semplici passaggi:

  • inserimento dei prodotti nel carrello;
  • checkout (che comprende nella stessa pagina l’inserimento dei dati del destinatario, l’orario e l’indirizzo di consegna);
  • conferma dell’ordine.

    Conflux-UX-App-food- delivery-glovo-checkout-uxFigura 9. Flusso di checkout su Glovo

Caratteristiche UX aggiuntive

In ultima analisi, è giusto sottolineare che le due App possiedono altre caratteristiche che possono tornare utili agli utenti.

Glovo, per esempio, si è adattata all’ultimo aggiornamento del sistema operativo iOS, fornendo all’utente una versione dell’App in linea con il dark mode di Apple, con un’interfaccia nera che agevola il risparmio energetico e richiede meno sforzo all’occhio dell’utente. 

Just Eat invece si allontana da queste features aggiuntive di design ma offre un altro servizio molto utile poiché rende chiaro da subito, nel momento in cui si seleziona un ristorante, che se si ha un’intolleranza o un’allergia è necessario chiamare il ristorante, fornendone, tramite una call to action, il numero di telefono.

 

Conflux-UX-App-food- delivery-justeat-intolleranze-ux

 

Entrambe le App, infine, permettono una ricerca basata su filtri che possono variare

  • per tipo di cucina, per rating, per distanza, per costi di consegna, come nel caso di Glovo;
  • per offerte speciali, costi di consegna, rating, orario di apertura, tipo di cucina, come nel caso di Just Eat.

    Conflux-UX-App-food- delivery-justeat-glovo-filters-ux

 

Conclusioni

Usabilità e utilità, come abbiamo avuto modo di vedere, sono i fattori chiave che costituiscono le migliori App di food delivery oggi, e proprio la User Experience è ciò che dà vita e alimenta usabilità e utilità. Dare, pertanto, più importanza alla User Experience è fondamentale per lo sviluppo della tua App di food delivery affinché essa si distingua tra le altre App competitor presenti sul mercato.

Visita il nostro sito
Contattaci